In offerta!

La vista dalla fattoria La Palerna appena prima della scorsa vendemmia. Uno dei rari angoli del pianeta in cui il vitigno pinot nero riesce ad evolvere le sue complesse ed affascinanti peculiarità. E se ingrandite la foto, nella parte sinistra, giù nella valle, potrete vedere il magazzino di iFood Italia! 🙂

Rosa di Martino – vino rosato

18.90 15.70

La Palerna in iFood Italia

Questa cantina si trova in un luogo magico che domina l’alta valle del Tevere e da cui si vede il nostro magazzino, a pochissimi chilometri di distanza. Ha svolto un importantissimo e prezioso lavoro di recupero della cultura vitivinicola nel nostro territorio ottenendo risultati davvero encomiabili in termini di qualità, soprattutto per aver scommesso sulla coltivazione di un vitigno ostico e delicato come il pinot nero. Produce circa 5000/6000 bottiglie annue e per questo, oltre alla cura e alla serietà con cui realizza il proprio prodotto, rientra a pieno titolo nei criteri di scelta di iFood Italia.

Il Rosa di Martino 2016

Il “Rosa di Martino” è dedicato ad una persona che ha avuto un ruolo importante nella realizzazione dell’Azienda Agricola “La Palerna”, “Rosa di Martino” è un rosè nato come esperimento enologico ed accolto immediatamente con grande favore. Si beve facilmente soprattutto d’estate, ed anche fresco mantiene un piacevole carattere delicato e profumato. Le rose nell’etichetta sono quelle di un delicato carboncino di Franco Alessandrini.

Classificazione: Rosato 2016 Umbria IGT

Uve: Pinot Noir 80%, Sangiovese 15%, Merlot 5%,

Altitudine: 500-600 m.s.l.

Tipo di suolo: argilloso-marnoso calcareo

Colore: rosa chiaretto scarico con riflessi ramati

Profumo : di frutta e fiori freschi con riconoscimento di cilegia, melagrana e geranio.

Sapore: intenso e fresco

Bottiglie prodotte: 3200

Alcol: 14%

Produzione per ha: 4,5 t.

Resa uva in vino : 60%

Piante per ettaro : 5000

Coltivazione: cordone speronato

Periodo di raccolta: dal 20 settembre al 20 ottobre

Prima annata annata prodotta : 2010

Temperatura di servizio : 10/12°

Abbinamenti : come aperitivo in abbinamento a formaggi freschi e salumi – primi di pesce e crostacei

 

La Tenuta

Incastonata sul confine fra Umbria e Toscana, appena più in alto del colle che ospitava la villa di Plinio il Giovane, l’Azienda Agricola “La Palerna” si estende su 90 ettari, di cui 5 di vigne piantate nel 2002, tutti rossi: all’inizio erano vitigni internazionali e poi è stato impiantato il Sangiovese. Le vigne sono ad un’altezza che va da 550 a 600 metri, con un’ottima esposizione a sud/ovest: una zona alta e fresca ma ottimamente soleggiata, che permette grazie allo sbalzo termico di far crescere uve molto aromatiche e di ottenere un’ottima produzione di pinot nero, nel pieno dei suoi aromi tipici. La viticultura è molto accurata: bassa resa e vendemmia manuale in cassetta con tavolo di scelta. Nella moderna cantina, al centro dei vigneti, la fermentazione avviene spontaneamente e la vinificazione è molto accurata per permettere un’estrazione selettiva dei polifenoli.

L’enologo che si occupa dei vini de “La Palerna” è Mauro Monicchi, che ha maturato importanti esperienze formative di vinificazione e sperimentazione nella zona del Bordeaux e in Maremma. E’ stato responsabile di produzione in qualificate cantine in Umbria e nel sud della Francia ed oggi è consulente responsabile della produzione in cantine di grande livello in Umbria e Toscana, a Montalcino, a Montepulciano, ad Arezzo e a Montefalco.

L’agronomo de “La Palerna” è Lauretta Bernini, consulente viticola in molti importanti territori di produzione a diversa denominazione d’origine.

Peso 1.2 kg